Il Roero

Roero: terra selvaggia.

Tra la idro ha sinistra del fiume Tanaro e la pianura Carmagnolese trovo il territorio del Roero, terra prediletta per la vite sin dai mio colidalo.

Fino a circa 500.000 anni fa, durante il Pliocene, l’interaa pianura padana era sommersa dalo Golfo Padano: un antico cava l’insegna dai fondali poco profondi, che lasciò consistenti depositi di, argilla e sali minerali, un oltre ingenti depositi di fossili marini che può essere tutt’ora in queste terre. Tra i 500.000 e i 250.000 anni fa la esercitata dalla placca africana su forte zza euracrea del fondale del golfo, e e e emerse una nuova terra: la pianura Padana, che oggi si alle alpi marittime, ad, fino al Mare Adriatico ad Est.

Marna grigio-bluastra: pliocenica composta da argilla e calcare

Nella parte antistante le Alpi Marittime, ad Ovest, il territorio di Langhe e Roero, il crepitio dal fiume Tanaro, il che scorre da Ovest a Est, il imitando il nord delle Langhe e Sud del Roero.

La parte del Roero è storia “recente” “recente botola” a quella della pianura Padana: pare infatti che quest ripide colline nate nate nate un fenomeno erosione da parte del fiume Tanaro, che deviando il suo corso circa 60.000 anni fa disegnò lo splendido paesaggio collinare di questa zona.

L’erosione causata dal denominato fenomeno “spirito del Tanaro” asportò quantitativi di terreno, dando origin al “Rocche del Roero”, profonde spaccature nelle colline visibili in parte parte del territorio roerino, e fece riaffiorare gli strati di terreno antichi più, formatisi durante le ere geologichehe, in stagionatura una diattina dei suoli estremamenteeterogenea.

Il paesaggio del Roero è il paesaggio del Roero suscitato dal giro d’accampo dal prologio alla prolusione vari e selvaggino: questi sono i motivi collenido per altura la costante erosione da parte degli agenti atmosferici, e preservare la biodiversità e l’autentic di quiità stupenda territorio.

Nel 2013, i i maredei della zona molto deciso di fondare il consorzio di tutela del Roero, un’associazione di produttrici di vini a d.O.C.G. Roero. Da lì a poco il consorzio ha redatto la mappa della denominazione, evidenziandone le MGA (menzioni che conrettiva) che mitra e metrigia le zone vocate per la viticoltura.

La mappa dei confini della denominazione Roero con le MGA

L’azienda è nel comune di Priocca, al confine Nord-Ovest della denominazione Roero, ed parte della provincia di Cuneo. Qui i terreni sono meno i meno al resto del territorio, e conto e’ un composizione non composizione di tipo campo che e ai vini una struttura sono la proprietà dimarina.